Terrorismo <i>homegrown</i> – Profili di analisi per la valutazione della minaccia (Seconda parte)
I luoghi e i metodi della radicalizzazione: indicatori compositi di valutazione della minaccia individuale Il fenomeno europeo di radicalizzazione ha profondi collegamenti con gli elementi antropologici descritti nella prima parte di questo articolo; è un fenomeno che vede ciascun individuo avvicinarsi indipendentemente all’ideologia jihadista, intraprendendo un processo interiore di... Read more
Terrorismo <i>homegrown</i> – Profili antropologici della minaccia jihadista (Prima parte)
La minaccia di matrice jihadista ha tutte le caratteristiche di un fenomeno complesso, inevitabilmente di grande impatto tanto per le singole comunità nazionali quanto per il delicato equilibrio di un’area – quella mediorientale – in cui si sta assistendo al progressivo smantellamento delle frontiere e delle entità statuali precedentemente... Read more
La spesa militare nel mondo: cresce in Africa e Asia, cala in Americhe ed Europa
L’Istituto sulla Pace ed il Disarmo (SIPRI),che ha sede a Stoccolma, ha comunicato in un rapporto reso noto in questi giorni i dati sulla spesa militare nel mondo. Il totale della spesa militare nel mondo è pari, per il 2014, a 1800 miliardi di dollari, lo 0,4% in meno... Read more
Perché l’Ucraina non è minacciata da un’invasione russa
Nella primavera del 2014, quando la Russia ebbe la sensazione che l’Ucraina stesse per passare all’Occidente, arrivando ad ipotizzare una sua entrata nella NATO, una delle opzioni strategiche sul tavolo dei decisori del Cremlino era quella di procedere ad una soluzione “manu militari”, attuare una vera e propria invasione.... Read more
In vista dell\’incontro IsAG \”Tunisia: dalla dittatura alla democrazia\”, proponiamo un nuovo articolo sul paese nordafricano, questa volta dal punto di vista militare.   La presentazione che il Military Balance 2014 fa delle Forze Armate tunisine per il 2013 è incentrata sul fatto che esse hanno la loro struttura... Read more
Contractor, giunto nel 2014 alla sesta edizione, continua a rappresentare un utile prisma interpretativo sulla realtà dei conflitti asimmetrici che caratterizza aree sempre più ampie del mondo arabo. Il testo, oltre a squarciare lo spesso velo di ipocrisia e di pregiudizio che avvolge il tema dell’impiego di compagnie di... Read more
Nel mondo multipolare ed iperconnesso, si sono sviluppate forme diverse di contrasto agli avversari, ingenerando nuovi terreni di scontro. Uno di questi sono i social network, inizialmente luoghi virtuali di incontri e scambi di opinione, ora assorti al ruolo di informazione ma anche di controinformazione. Distinguere i tratti corretti... Read more
Introduzione Dalla caduta del muro di Berlino, avvenuta venticinque anni fa, gli eserciti occidentali si sono immersi in un processo di ridimensionamento che sembra non aver fine. Il disarmo è accentuato nel caso degli eserciti europei. Dopo venticinque anni di continua riduzione, alcuni degli eserciti dei nostri alleati hanno... Read more
Intervista al Professore Arduino Paniccia, Docente di Studi Strategici, Direttore della Scuola di Competizione Economica Internazionale di Venezia – ASCE ed analista della \”Rivista Militare\” su temi di politica estera, guerra asimmetrica, pace negativa, vittoria sufficiente e BRICS.   La teoria generale dei sistemi è un concetto formulato per... Read more
Il contesto strategico Nei venti anni successivi la caduta del muro di Berlino e la fine della guerra fredda il flusso di beni, servizi ed informazioni ha subito un costante incremento: grazie a questo processo, attori politici non statali e “nuovi” attori statuali hanno accresciuto in maniera esponenziale la... Read more