La carta nucleare di al-Sisi: tra sicurezza energetica e ambizioni regionali
Il 19 novembre – alla presenza del Presidente Abdel Fattah al-Sisi – Sergei Kiriyenko, direttore di Rosatom State Atomic Energy Corporation, azienda statale russa specializzata nel settore nucleare, ed il ministro dell’elettricità e delle energie rinnovabili egiziano, Mohamed Shaker, hanno firmato due accordi intergovernativi per il finanziamento e la costruzione, entro... Read more
Il mosaico libico: due governi, le ingerenze esterne e lo Stato Islamico, adagiati su un mare di petrolio
A cinque anni dall’intervento NATO in Libia, il paese è ancora sconvolto dalle sue conseguenze. Due amministrazioni rivali convivono dall’agosto del 2014, quando un’alleanza di milizie islamiste ha conquistato Tripoli, costringendo il governo riconosciuto a riparare ad Est. Dopo lo scandalo che ha riguardato l’ex inviato delle Nazioni Unite,... Read more
La fine dei giochi: le prime conseguenze della guerra su due fronti della Turchia
Non si placa l’ondata di terrore in Europa e alle porte dell’Europa. Questa volta ad essere colpita non è la Francia dei raid aerei in Siria e dell’assimilazione culturale delle seconde generazioni, ma la Turchia a maggioranza musulmana di Erdoğan. Il 12 gennaio un attentatore suicida si è fatto... Read more
<i>Divide et impera</i>: i servizi segreti iracheni sotto Nouri al-Maliki
Il 29 giugno 2014 l’Organizzazione dello Stato Islamico (OSI) proclama la nascita di un califfato nel contesto della disintegrazione dello Stato siriano e delle fragilità delle istituzioni irachene, rivelando il percorso di maturazione di un gruppo di insurrezione. Il 28 aprile 2015, un’inchiesta del settimanale tedesco Der Spiegel rivela... Read more
L’accordo sul nucleare iraniano: cade un’altra cortina di ferro?
Il 14 luglio 2015, dopo anni di impegnativi negoziati, l’Iran, i cosiddetti P5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza e la Germania) e l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea, hanno siglato il Joint Comprehensive Plan of Action, un accordo che inquadra e disciplina gli aspetti... Read more
Il settarismo nella geopolitica del Vicino Oriente
L’attuale assetto geopolitico mediorientale ruota attorno alla competizione tra le maggiori potenze regionali per il potere e l’esercizio della propria influenza sugli Stati confinanti. Nonostante non si sia, ad oggi, arrivati ad uno scontro diretto tra le principali potenze, tuttavia le loro rivalità continuano ad animare indirettamente molti dei... Read more
«La guerra alle porte. Contenere i conflitti nel Mediterraneo» – il convegno alla Camera
Giovedì 19 novembre, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, Camera dei Deputati, si è tenuto il convegno La guerra alle porte. Contenere i conflitti nel Mediterraneo, organizzato dall’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG). La conferenza, divisa in due panel, si è incentrata sulle... Read more
Giordania: stabilità o equilibrismo?
Il presente lavoro è un approfondimento del Report IsAG n. 59 “I conflitti in Libia e Siria e il potenziale di destabilizzazione regionale” presentato nell’ambito della conferenza “La guerra alla porte. Contenere i conflitti nel Mediterraneo” tenutasi a Palazzo Montecitorio lo scorso 19 novembre. La Giordania ospita quasi un... Read more
Strategie mediatiche e debolezze militari del camaleontico Stato Islamico
In poco più di due settimane, una linea immaginaria che corre per più di 5.000 km sembra idealmente aver unito tre diversi continenti e, in definitiva, i destini dell’umanità. Ciascuna delle terribili azioni che hanno avuto luogo nei cieli del Sinai, a Beirut e a Parigi, prese nella sua... Read more
Egitto: tra instabilità geopolitica e strategia del terrore
La tragedia dell’Airbus della compagnia russa Metrojet ha riportato l’attenzione sullo stato d’insicurezza dell’Egitto. In un periodo di forte instabilità il Paese non sembra essere più in grado di recitare la parte di uno Stato forte, capace di contrastare le criticità che lo attanagliano. L’avanzata dell’Islamic State, i mai... Read more