Comitato Scientifico

Diego Abenante, professore di Storia e istituzioni dell’Asia, Facoltà di Scienze Politiche, Università di Trieste.

Anis Bajrektarevic, professore universitario, presidente del Dipartimento di Studi politici globali e di Diritto internazionale presso IMC Università di Scienze Applicate Krems, Vienna.

Paolo Bargiacchi, professore di diritto internazionale nell’Università degli Studi di Enna ‘Kore’.

Miguel Ángel Barrios, consigliere della Segreteria accademica del Centro de Estudios Estratégicos para la Defensa “Manuel Belgrano” (Ministero della Difesa della Repubblica Argentina), direttore della Escuela de Políticas Públicas (Fundación Democracia), consigliere scientifico del Instituto de Estudios Estratégicos y Relaciones Internacionales (Circulo de Legisladores de la Nación Argentina).

Evgenij Petrovič Bažanov, professore, sinologo, diplomatico, presidente dell’Accademia Diplomatica del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.

Antonello Folco Biagini, prorettore per la Cooperazione e i Rapporti Internazionali, professore ordinario di Storia dell’Europa Orientale (Università degli Studi di Roma “Sapienza”).

Luisa Bonesio, Professore di Estetica, Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Pavia.

Alberto Buela, membro del Centro de Estudios Estratégicos Suramericanos (Buenos Aires).

Alfredo Canavero, docente di Storia contemporanea, direttore del Centro per gli Studi di Politica Estera e Opinione Pubblica (Università degli Studi di Milano), segretario della Commissione di Storia delle Relazioni Internazionali (Congresso Mondiale di Scienze Storiche).

Côme Carpentier de Gourdon, direttore aggiunto della rivista “World Affairs” (India), direttore e fondatore del Euro-Asia Institute (Jamia Millia Islamia, Delhi), co-fondatore dell’accademia Telesis (Svizzera), consigliere della fondazione Kapur Surya (India).

Maria do Céu Pinto, professoressa associata, preside del corso di laurea e del programma master in Relazioni internazionali (Universidade do Minho, Braga, Portogallo).

Aymeric Chauprade, geopolitologo francese.

Kiyul Chung, PhD, Visiting Professor presso la Scuola di Giornalismo e Comunicazione dell’Università Tsinghua di Pechino. Direttore di “The 4th Media”, Pechino, Cina.

Michel Chossudovsky, professore emerito alla University of Ottawa, è direttore del Centre for Research on Globalization.

Giovanni Cubeddu, direttore di “CinItalia”.

Vladimir Aleksandrovič Dergačёv, docente universitario e saggista ucraino, fondatore e direttore dell’Istituto di Geopolitica omonimo.

Emidio Diodato, professore associato di Politica internazionale presso l’Università per Stranieri di Perugia.

Eugenio Di Rienzo, direttore di “Nuova Rivista Storica”, professore ordinario (Università degli Studi di Roma “Sapienza”).

Frederik William Engdahl, presidente della Engdahl Strategic Risk Consulting.

Franco Fatigati, cultore di Geografia e docente nel laboratorio di Geopolitica della Facoltà di Lettere e nel Master di Geopolitica dell’Università Sapienza di Roma.

Marcelo Gullo, professore di Strategia presso la Escuela Superiore de Guerra (Buenos Aires), nel 2008 ha vinto il Premio Oesterheld per il miglior libro dell’anno.

Vagif Aliovsatovič Gusejnov, direttore dell’Institut Strategičeskich Ocenok i Analiza (Istituto di Analisi e Studi Strategici, Mosca), direttore della rivista “Vestnik Analitiki”, membro del Consiglio di Difesa e Politica Estera della Federazione Russa.

Carlo Jean, generale di corpo d’armata in ausiliaria dell’Esercito Italiano; esperto di strategia e geopolitica, docente di Studi strategici alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Luiss ed alla Link Campus di Roma.

Rouben Karapetian, ambasciatore, storico, presidente della Fondazione italo-armena per il dialogo culturale e di civiltà “Dadivank”.

Philip Kelly, docente di Scienze politiche (Emporia State University, Kansas, USA).

Ernest Georgevič Kočetov, presidente dell’Accademia Pubblica di Scienze della Geoeconomia e della Globalistica, direttore del Centro di Ricerca Strategica sulla Geoeconomia.

Hans Köchler, professore di Filosofia politica presso l’Università di Innsbruck (Austria), l’Università Politecnica delle Filippine (Manila) e l’Università Pamukkale (Turchia); co-presidente dell’Accademia Internazionale di Filosofia.

Jurij Vasil’evič Krupnov, presidente del Consiglio di Sorveglianza dell’Istituto di Demografia, Migrazioni e Sviluppo Regionale di Mosca.

Vladimir Kulikov, storico, Direttore esecutivo del World Public Forum “Dialogue of Civilizations”, è stato vice presidente dell’Istituto per gli Studi Orientali dell’Accademia russa delle Scienze.

John Laughland, filosofo, direttore dell’Institut de la Démocratie et de la Coopération – IDC di Parigi.

Gianfranco Lizza, professore ordinario di Geografia politica ed economica all’Università di Roma “La Sapienza”.

Fabio Mini, generale di corpo d’armata in ausiliaria dell’Esercito Italiano; è stato capo di Stato Maggiore dell’AFSOUTH (NATO) e comandante della KFOR.

Luiz Alberto da Vianna Moniz Bandeira, professore di Politica estera del Brasile (Universidade de Brasilia), ha tenuto lezioni in numerose università di tutto il mondo. Nel 2005 è stato nominato intellettuale brasiliano dell’anno dall’União Brasileira do Escritores. È console onorario a Heidelberg, decorato con la Bundesverdienst Kreuz dalla Repubblica Federale di Germania.

Ekaterina Naročnickaja, direttrice del Dipartimento per l’Europa e l’America dell’Istituto per l’Informazione Scientifica nelle Scienze Sociali dell’Accademia Russa delle Scienze.

Natalja Naročnickaja, storica, presidente della Fondazione per la Prospettiva Storica di Mosca e dell’Institut de la Démocratie et de la Coopération – IDC di Parigi.

Mahdi Darius Nazemroaya, ricercatore associato al Centre for Research on Globalization, è stato premiato per la sua attività di cronista indipendente in zona di guerra.

Armen Garnikovič Oganesjan, direttore di “Meždunarodnaja žizn”, rivista del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, consigliere del Ministro agli Affari Esteri.

Maria Paola Pagnini, professoressa ordinaria e preside della Facoltà di Scienze Politiche all’Università “Niccolò Cusano” di Roma, ha insegnato alle università di Trieste e San Pio V di Roma.

Carlos Pereyra Mele, profesor invitado extranjero al Instituto de Altos Estudios Diplomáticos “Pedro Gual” de la Cancillería Venezolana, docente all’Universidad Nacional de la Patagonia, membro del Centro de Estudios Estratégicos Suramericanos (Buenos Aires).

Kees van der Pijl, professore di Relazioni internazionali (University of Sussex, Brighton).

Geminello Preterossi, docente di Diritti dell’uomo e Filosofia del diritto (Università degli Studi di Salerno).

Bernardo Quagliotti de Bellis, docente presso l’Academia de Fuerza Aérea Uruguaya, direttore della rivista Geosur (Uruguay), segretario generale dell’Asociación Sudamericana de Estudios Geopoliticos e Internacionales, presidente della Academia Urugaya de Geopolitica e Estrategia.

Paolo Raimondi, esperto di economia internazionale, editorialista di “Italia Oggi”.

Sergio Romano, ambasciatore (in congedo), storico (ha insegnato presso le università di Harvard, Berkeley, Firenze, Sassari, Pavia e “Bocconi” di Milano), giornalista (“Corriere della Sera” e “Panorama”).

Vinod Saighal, maggiore generale (in congedo) dell’Esercito Indiano. Saggista, è direttore esecutivo della Eco Monitors Society e membro del Advisory Board della United States Federation of Scientists and Scholars.

Biancamaria Scarcia Amoretti, professore emerito di Islamistica presso l’Università di Roma Sapienza.

Paolo Sellari, professore aggregato di Geografia Politica ed Economica (Università di Roma Sapienza).

Vasile Simileanu, direttore di GeoPolitica (Romania), vice-presidente dell’Asociatia de Geopolitica ”Ion CONEA”.

K. Gajendra Singh, ambasciatore (in congedo), è presidente della Foundation for Indo-Turkic Studies.

Ivo Sobral, professore in Relazioni internazionali, Universidade Fernando Pessoa, Portogallo

Alberto J. Sosa, esperto dei processi integrativi sudamericani, ha insegnato in varie università dell’America Meridionale, fondatore del think tank AmerSur, è attualmente Consulente della Segreteria Tecnica di Unasur in Haiti.

Ernest Sultanov, giurista, editorialista per Kommersant e Vedomosti.

François Thual, consigliere per gli Affari strategici della Presidenza del Senato della Repubblica francese, professore al Collège Interarmées de Défense (ex Ecole de Guerre).

Igor Remualdovič Tomberg, direttore del Centro per gli Studi Energetici dell’Istituto di Studi Orientali, Accademia russa delle Scienze.

Roberto Valle, professore associato di Storia dell’Europa orientale presso l’Università di Roma Sapienza.

Maurizio Vernassa, professore associato di Storia e istituzioni dell’Africa presso l’Università degli Studi di Pisa, presidente del Corso di Programma di Dottorato in Geopolitica della Scuola di Scienze Politiche e Sociali.

Fabrizio Vielmini, esperto di Russia, Caucaso ed Asia centrale, ricercatore associato IsAG. Giornalista free-lance, ha ricoperto posizioni per diverse istituzioni internazionali attive nei paesi della regione..

Andrej Volodin, ricercatore capo all’Istituto di Relazioni Internazionali e Economia Mondiale (Accademia russa delle Scienze), dirigente del Centro di Studi Orientali dell’Accademia Diplomatica (Ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa).

Condividi!