<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26325/il-progetto-biovea-e-lo-sfruttamento-delle-biomasse-in-costa-davorio/"><b>Il progetto Biovea e lo sfruttamento delle biomasse in Costa d’Avorio</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26424/convenzione-isag-cefris-e-presentazione-convegno-su-gioia-tauro-conferenza-stampa-il-6-settembre-a-reggio-calabria/"><b>Convenzione IsAG-CeFRIS e presentazione convegno su Gioia Tauro: conferenza stampa il 6 settembre a Reggio Calabria</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26318/la-nuova-turchia-del-presidente-erdogan/"><b>La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/24921/asia-pacifico-un-nuovo-pivot/"><b>Asia Pacifico: un nuovo pivot</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25936/insubordinazione-e-sviluppo-appunti-per-la-comprensione-del-successo-e-del-fallimento-delle-nazioni/"><b>Insubordinazione e sviluppo: appunti per la comprensione del successo e del fallimento delle nazioni</b></a>
 

Asia Pacifico: un nuovo pivot

22/01/2014 Redazione Numeri pubblicati 12 commenti
Asia Pacifico: un nuovo pivot Da alcuni decenni si parla del XXI come del “Secolo del Pacifico”. Quest’idea è stata solo corroborata dalla decisione dell’Amministrazione Obama di riorientare la strategia nazionale degli USA per fare perno sulla regione dell’Asia-Pacifico. Gli analisti vi leggono una nuova enfasi sul controverso rapporto USA-Cina, il cui scontro per l’egemonia è preconizzato da alcuni. In questo numero di Geopolitica esperti italiani e stranieri s’interrogano sulla rilevanza che l’Asia-Pacifico avrà nella geopolitica mondiale, e su come

Perché Obama ha fallito in Medio Oriente

06/09/2013 Daniele Scalea Opinioni & Commenti Un commento
Perché Obama ha fallito in Medio Oriente Il 24 agosto scorso il “Wall Street Journal”, quotidiano newyorkese della Dow Jones, ha pubblicato un articolo a firma di Walter Russell Mead dal titolo The Failed Grand Strategy in the Middle East. Mead, professore di Politica estera statunitense al Bard College, è uno studioso molto influente che collabora regolarmente con varie testate ed enti, tra cui il Council on Foreign Relations. Nell’articolo s’interroga sui motivi del fallimento della strategia di Barack Obama nel Vicino

Gli investimenti cinesi in Centro America: il progetto del “Great Nicaragua Canal”

25/07/2013 Valentina Palladini Americhe 0 commentI
Gli investimenti cinesi in Centro America: il progetto del “Great Nicaragua Canal” Lo scorso 13 giugno l’Assemblea Nazionale del Nicaragua ha approvato il progetto per la costruzione del “Gran Canale Interoceanico”, un’opera mastodontica che, se compiuta, rappresenterebbe una delle opere più ambiziose mai realizzate nel mondo. All’indomani del voto favorevole dell’assemblea, il presidente Ortega ha dichiarato: “Dopo secoli e secoli di lotte per trasformare in realtà il canale, finalmente ci avviciniamo a questo storico momento che porterà benessere al popolo del Nicaragua”. 1 Un canale, quello nicaraguense,

Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran?

15/06/2013 Vincenzo Maddaloni Vicino & Medio Oriente 8 commenti
Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran? Che Recep Tayyip Erdogan e il suo modello di Turchia fossero inclusi nell’elenco dei silurabili se n’era avuto sentore l’anno scorso, quando sul Middle East Quarterly apparve l’articolo di David Goldman. In esso si parlava di un imminente collasso del “miracolo economico” turco e lo si paragonava al crollo argentino del 2000 e a quello messicano del 1994, entrambi avvenuti dopo periodi di espansione economica. Goldman prevedeva che «la velocità e la magnitudo della battuta

Il focus USA dall’Atlantico all’Asia-Pacifico: la Cina nel mirino

26/04/2013 Massimiliano Porto Estremo Oriente 0 commentI
Il focus USA dall’Atlantico all’Asia-Pacifico: la Cina nel mirino Alla fine del secondo conflitto mondiale Stati Uniti e Unione Sovietica, gli unici veri vincitori della guerra, si proponevano come guide di un sistema alternativo e rivale. Nonostante la sfida fosse globale, inizialmente era l’Europa il vero oggetto del contendere. Gli Stati Uniti compresero che per limitare l’Unione Sovietica era necessario riorganizzare quella parte del mondo in funzione antisovietica concentrando le proprie risorse economico-militari a discapito di altre regioni del mondo. Tra le fila nordamericane

I 10 maggiori eventi di politica internazionale del 2012

31/12/2012 Redazione Geopolitica & Teoria 0 commentI
I 10 maggiori eventi di politica internazionale del 2012 Si chiude quest’oggi il 2012 e la redazione di “Geopolitica” vuole riassumerlo in dieci avvenimenti di politica internazionale; dieci avvenimenti che si sono distinti non tanto o non solo per la loro importanza in sé, quanto per le dinamiche di più lungo periodo che soggiaciono ad essi. Eccoli di seguito, in ordine inverso d’importanza dal decimo al primo. Siete d’accordo con le nostre scelte? Fateci sapere la vostra opinione aggiungendo i vostri commenti in basso

East Asia Summit 2012: si disvela il gioco di potere asiatico

30/12/2012 Yang Razali Kassim Estremo Oriente 2 commenti
East Asia Summit 2012: si disvela il gioco di potere asiatico Recentemente l’Asia Orientale si è trasformata nel palcoscenico di un nuovo “dramma asiatico”, poiché grandi, medie e piccole potenze si sono riunite nella regione per la più intensa diplomazia di potere da molti anni a questa parte. La convergenza di attori chiave, dal vario grado di influenza e dimensioni, non ha precedenti, eppure i risultati attesi dagli sforzi diplomatici per gestire i contrastanti interessi in Asia sono ancora molto lontani. Il pieno impatto del gioco

Una valutazione della legalità delle sanzioni statunitensi ed europee all’Iran

18/11/2012 Seyyed Mohammad Alì Hosseini Opinioni & Commenti, Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Una valutazione della legalità delle sanzioni statunitensi ed europee all’Iran La seguente analisi, redatta da S.E. Seyyed Mohammad Alì Hosseini [nella foto], Ambasciatore della Repubblica Islamica d’Iran in Italia, valuta dal punto di vista del diritto internazionale le sanzioni economiche e finanziarie imposte dagli USA e dall’Unione Europea contro l’Iran, in relazione al suo programma di sviluppo nucleare. L’opinione dell’Ambasciatore, già portavoce del Ministero degli Affari Esteri del suo paese, è che tali sanzioni siano illegittime e violino i diritti umani del popolo iraniano e

Tiberio Graziani a “La Voce della Russia” per commentare la rielezione di Obama

08/11/2012 Redazione Americhe, Opinioni & Commenti 0 commentI
Tiberio Graziani a “La Voce della Russia” per commentare la rielezione di Obama Dopo essere stato ospite negli studi di Sky TG 24 il giorno stesso delle elezioni, il presidente dell’IsAG e direttore di Geopolitica Tiberio Graziani è stato chiamato a commentare la rielezione di Barack Obama da La Voce della Russia, emittente radiofonica russa in lingua italiana. Ospite con lui l’ex ambasciatore Sergio Romano, che è uno dei membri del Comitato Scientifico di Geopolitica. La registrazione audio può essere ascoltata cliccando qui. Tiberio Graziani ha spiegato che

Ci sarà un conflitto per impedire lo sviluppo nucleare dell’Iran?

11/10/2012 Sabrina Silipo Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Ci sarà un conflitto per impedire lo sviluppo nucleare dell’Iran? Da quando, nel 2002, la comunità internazionale è venuta a conoscenza del programma nucleare iraniano, si è impegnata in un estenuante negoziato con Teheran per assicurarsi che tale programma fosse e rimanesse ad uso esclusivamente civile e non nascondesse finalità militari. L’Iran ha sempre sostenuto la natura pacifica delle sue attività nucleari, nel pieno rispetto degli accordi siglati nell’ambito del TNP (Trattato di non Proliferazione Nucleare). La stessa Guida Suprema Ali Khamenei ha ribadito che