<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27339/armenia-un-paese-tra-oriente-e-occidente-intervista-allambasciatore-sargis-ghazaryan/"><b>Armenia, un paese tra Oriente e Occidente. Intervista all’Ambasciatore Sargis Ghazaryan</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27335/la-strategia-nel-mondo-oligarchico-intervista-a-arduino-paniccia/"><b>La strategia nel “mondo oligarchico”. Intervista a Arduino Paniccia</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27282/le-grandi-infrastrutture-euro-asiatiche-la-conferenza-dellisag-alla-camera/"><b>Le grandi infrastrutture euro-asiatiche: la conferenza dell’IsAG alla Camera</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27211/bill-mitchell-alluniversita-roma-tre-eurozona-dibattito-su-neoliberismo-e-piena-occupazione/"><b>Bill Mitchell all’Università Roma Tre: eurozona, dibattito su neoliberismo e piena occupazione</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27030/1965-2015-cinquantanni-di-quebec-in-italia/"><b>1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia</b></a>
 

Il Professor Marcelo Gullo in Italia

28/11/2014 Redazione Americhe 0 commentI
Il Professor Marcelo Gullo in Italia Su invito di IsAG (Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie) è stato in visita a Roma, dal 17 al 23 novembre u.s., il Professor Marcelo Gullo. Studioso argentino, il Prof. Marcelo Gullo Omodeo è docente presso l’Università Nazionale di Lanus e la Scuola di Guerra di Buenos Aires. È laureato in Scienza politica all’Università Nazionale di Rosario, laureato magistrale in Relazioni internazionali all’Università di Ginevra, dottore di ricerca in Scienze politiche all’Università

Multi- e bilateralismo: le opzioni della politica estera italiana. Convegno alla Camera il 12 dicembre

26/11/2014 Redazione Europa 0 commentI
Multi- e bilateralismo: le opzioni della politica estera italiana. Convegno alla Camera il 12 dicembre Descrizione: Venerdì 12 dicembre 2014, ore 15.00-19.00, Sala Tatarella, Camera dei Deputati, Via Uffici del Vicario 21 (quinto piano), Roma – Convegno pubblico (registrazione obbligatoria) dal titolo Multi- e bilateralismo: le opzioni della politica estera italiana. Organizzato dall’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) col contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e col patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE). Tema: Tradizionalmente, dalla fine della Seconda Guerra

Dalla storia all’oggi, perché all’Italia serve una Russia amica

25/11/2014 Daniele Scalea Opinioni & Commenti 0 commentI
Dalla storia all’oggi, perché all’Italia serve una Russia amica Il testo seguente è tratto dall’intervento pronunciato il 17 novembre u.s., presso il Centro russo di scienza e cultura di Roma, in occasione di un convegno su Russia e Italia nella Prima guerra mondiale.   Nel 1472 l’allora Gran Principe di Mosca (futuro sovrano, gosudar’, di tutte le russie) Ivan III sposò Sofia, già Zoe, Paleologa, nipote di Costantino XI, ultimo imperatore romano d’Oriente caduto, diciannove anni prima, sulle mura di Costantinopoli nella vana difesa

Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: dalla storia alla geopolitica. Il convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura

20/11/2014 Jalila Dobere Pagine di Storia Un commento
Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: dalla storia alla geopolitica. Il convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura In occasione del centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale, l’IsAG (Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie) ha organizzato presso il Centro di Scienza e Cultura Russa a Roma una conferenza intitolata Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: dalla storia alla geopolitica, parte dell’edizione 2014 del Colloquium Italo-Russo. Grazie alla presenza di un high level panel è stato possibile rintracciare gli elementi di continuità nel rapporto Italia-Russia, analizzando un legame storico fonte

1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia. L’11 dicembre alla Camera dei Deputati

19/11/2014 Redazione Americhe 0 commentI
1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia. L’11 dicembre alla Camera dei Deputati Nel 1965 il Québec, provincia del Canada, inaugurava un suo ufficio di rappresentanza a Milano, cui sarebbe poi seguita una Delegazione a Roma. Quello stesso anno, infatti, il ministro quebecchese Paul Gérin-Lajoie aveva lanciato la propria dottrina, secondo cui tutto ciò che è di competenza del governo provinciale in Québec, lo è anche all’estero. Oggi la provincia francofona del Canada ha numerose rappresentanze nel mondo, ma il rapporto con l’Italia rimane tra i più stretti,

Geopolitica e Mackinder in Sapienza: 110 anni dopo «Il perno geografico della storia»

15/11/2014 Maria Monesi Geopolitica & Teoria 0 commentI
Geopolitica e Mackinder in Sapienza: 110 anni dopo «Il perno geografico della storia» A 110 anni dalla storica presentazione della teoria geopolitica del Heartland ad opera del suo ideatore, il geografo britannico Halford John Mackinder, il 5 novembre 2014 la facoltà di Scienze Politiche della Università Sapienza di Roma ha ospitato il convegno dal titolo “Il perno geografico della storia 110 anni dopo: Mackinder, la geopolitica e i rapporti anglo-russi” organizzato dall’IsAG (Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie), Cattedra di Storia dell’Europa Orientale del Dipartimento

1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia

04/11/2014 Redazione I Quaderni Un commento
1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia Nel 1965 il Québec, provincia del Canada, inaugurava un suo ufficio di rappresentanza a Milano, cui sarebbe poi seguita una Delegazione a Roma. Quello stesso anno, infatti, il ministro quebecchese Paul Gérin-Lajoie aveva lanciato la propria dottrina, secondo cui tutto ciò che è di competenza del governo provinciale in Québec, lo è anche all’estero. Oggi la provincia francofona del Canada ha numerose rappresentanze nel mondo, ma il rapporto con l’Italia rimane tra i più stretti,

Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura

28/10/2014 Redazione Pagine di Storia 0 commentI
Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura Quest’anno ricorre il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, che dopo il Patto di Londra (1915) vide il Regno d’Italia alleato della Russia zarista contro gli Imperi centrali. Già nel 1909, con l’accordo di Racconigi, i due Paesi individuavano nel contenimento dell’espansione austriaca e nell’indebolimento dell’impero ottomano un obiettivo strategico comune: l’Italia avrebbe assunto un ruolo guida nel Mediterraneo, accettando al contempo l’influenza russa nei Balcani come un necessario equilibrio di forze. Intrecciata alla

«Osservatorio di attualità geopolitica»: ciclo di seminari in Sapienza

20/10/2014 Redazione Geopolitica & Teoria 0 commentI
«Osservatorio di attualità geopolitica»: ciclo di seminari in Sapienza L’Università Sapienza di Roma e l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) organizzano il ciclo di incontri “Osservatorio di attualità geopolitica”. Il ciclo è valevole come “Altra attività formativa” per gli studenti dei corsi di laurea in Scienze geografiche per l’ambiente e la salute (L-6) e in Gestione e valorizzazione del territorio (LM-80) del primo ateneo romano. Gli studenti che desiderano acquisire 1 cfu tramite la frequenza obbligatoria degli incontri dell’Osservatorio e

Il perno geografico della storia 110 anni dopo: il 5 novembre in Sapienza convegno su Mackinder, la geopolitica e i rapporti anglo-russi

06/10/2014 Redazione Geopolitica & Teoria 0 commentI
Il perno geografico della storia 110 anni dopo: il 5 novembre in Sapienza convegno su Mackinder, la geopolitica e i rapporti anglo-russi Nel 1904 il geografo britannico Halford John Mackinder pronunciava presso la sede della Royal Geographical Society la dissertazione intitolata “Il perno geografico della storia”. Quest’articolo ha segnato un’epoca nell’ambito della geografia politica e dello studio delle relazioni internazionali, perché da molti indicato come il primo e più importante documento prodotto da una nuova disciplina, la geopolitica. In tale scritto, Mackinder individuava nel cuore del continente euro-asiatico, in seguito denominato “Heartland“, il pivot terrestre, imprendibile da