<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25458/la-vittoria-di-orban-in-ungheria-un-monito-per-leuropa-post-moderna/"><b>La vittoria di Orbán in Ungheria: un monito per l’Europa post-moderna</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25493/la-russia-e-il-mediterraneo-storia-cultura-geopolitica-il-28-aprile-a-palermo/"><b>La Russia e il Mediterraneo: storia, cultura, geopolitica. Il 28 aprile a Palermo</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25476/expedition-to-the-end-of-the-world-la-proiezione-alla-camera/"><b>«Expedition to the End of the World»: la proiezione alla Camera</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/24921/asia-pacifico-un-nuovo-pivot/"><b>Asia Pacifico: un nuovo pivot</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25296/af-pak-la-sfida-della-stabilita-il-nuovo-libro-di-brunello-zanitti/"><b>Af-Pak: la sfida della stabilità. Il nuovo libro di Brunello Zanitti</b></a>
 

L’Iran di Hassan Rohani: conseguenze per la regione e per l’India

10/09/2013 Meena Singh Roy, Rajeev Agarwal, Prasanta Kumar Pradhan & M. Mahtab Alam Rizvi Asia Meridionale 3 commenti
L’Iran di Hassan Rohani: conseguenze per la regione e per l’India La vittoria del religioso moderato Hassan Rohani come Presidente dell’Iran, per molti aspetti rappresenta un chiaro segnale di continuità rispetto ad alcuni cambiamenti della politica estera iraniana. Alla luce dei nuovi sviluppi nella regione, la sfida principale della politica estera di Tehran è quella di migliorare le relazioni con l’Occidente e i suoi vicini, in modo tale da superare il proprio isolamento. Da questo punto di vista, Rohani offre un certo grado di speranza nel

Sicurezza informatica, counter-intelligence e operazioni segrete nel programma nucleare iraniano

05/06/2013 Xavier Servitja Roca Armi e strategie Un commento
Sicurezza informatica, counter-intelligence e operazioni segrete nel programma nucleare iraniano Introduzione Lo scorso 12 Marzo 2013, il direttore dell’Intelligence Nazionale americana, James R. Clapper, presentò alla Commissione d’Intelligence del Senato degli Stati Uniti un rapporto sulle minacce mondiali realizzato da un gruppo di agenzie ed organizzazioni che fanno parte dell’apparato d’intelligence dello Stato americano. Del suddetto documento spiccano due argomenti rispetto agli altri: il programma nucleare iraniano e la sicurezza informatica. Il rapporto del 2013 segnala che gli attacchi informatici e lo spionaggio informatico sono le

Una valutazione della legalità delle sanzioni statunitensi ed europee all’Iran

18/11/2012 Seyyed Mohammad Alì Hosseini Opinioni & Commenti, Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Una valutazione della legalità delle sanzioni statunitensi ed europee all’Iran La seguente analisi, redatta da S.E. Seyyed Mohammad Alì Hosseini [nella foto], Ambasciatore della Repubblica Islamica d’Iran in Italia, valuta dal punto di vista del diritto internazionale le sanzioni economiche e finanziarie imposte dagli USA e dall’Unione Europea contro l’Iran, in relazione al suo programma di sviluppo nucleare. L’opinione dell’Ambasciatore, già portavoce del Ministero degli Affari Esteri del suo paese, è che tali sanzioni siano illegittime e violino i diritti umani del popolo iraniano e

Iran: gli USA ci riprovano

29/10/2012 Vincenzo Maddaloni Opinioni & Commenti Un commento
Iran: gli USA ci riprovano Con l’articolo seguente comincia la collaborazione con Vincenzo Maddaloni, giornalista e analista internazionale, che affiderà periodicamente i suoi commenti al nostro sito   Che i generali del Pentagono abbiano una crisi di nervi quando gli si chiede se Israele li informa sui suoi piani d’attacco terrestri pochi lo sapevano, prima che lo rivelasse Mark Perry in un’inchiesta (Come l’esercito americano pensa che Israele potrebbe colpire l’Iran) pubblicata sulla rivista Foreign Policy. Un articolo dagli effetti

Ci sarà un conflitto per impedire lo sviluppo nucleare dell’Iran?

11/10/2012 Sabrina Silipo Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Ci sarà un conflitto per impedire lo sviluppo nucleare dell’Iran? Da quando, nel 2002, la comunità internazionale è venuta a conoscenza del programma nucleare iraniano, si è impegnata in un estenuante negoziato con Teheran per assicurarsi che tale programma fosse e rimanesse ad uso esclusivamente civile e non nascondesse finalità militari. L’Iran ha sempre sostenuto la natura pacifica delle sue attività nucleari, nel pieno rispetto degli accordi siglati nell’ambito del TNP (Trattato di non Proliferazione Nucleare). La stessa Guida Suprema Ali Khamenei ha ribadito che

Iran, Pakistan e lo spettro della guerra nucleare

23/05/2012 M.K. Bhadrakumar Asia Meridionale 2 commenti
Iran, Pakistan e lo spettro della guerra nucleare L’avvertimento del primo ministro russo Dmitrij Medvedev circa la possibilità dello scoppio di “vere e proprie guerre” con l’utilizzo di armi nucleari può essere valutato nel corrente scenario della sicurezza globale come un’opportuna interiezione alla vigilia dei summit del G8 e della NATO ospitati dagli Stati Uniti. La Russia ha già avvertito gli ospitanti statunitensi che si dissocierà da qualsiasi tentativo d’imposizione di un determinato punto di vista sulla Siria e l’Iràn durante il G8.

“Perché il XXI secolo non sarà un secolo pacifico”: il panorama geopolitico secondo Carlos Pereyra Mele

06/05/2012 Redazione Geopolitica & Teoria Un commento
“Perché il XXI secolo non sarà un secolo pacifico”: il panorama geopolitico secondo Carlos Pereyra Mele Per gentile concessione dell’Autore riportiamo la traduzione italiana dell’intervista che Carlos Pereyra Mele, geopolitologo e docente all’Università della Patagonia, membro del Comitato Scientifico di “Geopolitica”, ha rilasciato alla rivista argentina “Disenso” lo scorso 23 aprile.   Disenso: Nelle ultime settimane si sono moltiplicati gli incontri e le dichiarazioni tra i governi di Israele e degli Stati Uniti in relazione al programma nucleare iraniano. Sebbene l’Iran abbia messo in agenda già dal 1995 la necessità di

Ora i BRICS contano nel cambiamento dell’ordine mondiale

23/04/2012 Mukul Sanwal Geoeconomia 0 commentI
Ora i BRICS contano nel cambiamento dell’ordine mondiale I BRICS stanno avendo un’influenza crescente sulla governance globale. Il tema del 4° Summit “Cooperazione tra i BRICS per la stabilità, la sicurezza e la crescita globale”, ha mostrato il suo intento strategico attraverso un’interpretazione alternativa dell’interdipendenza. La Dichiarazione di Delhi ha elementi che, in primo luogo, hanno una dimensione economica anche se sono, essenzialmente, politici, e propongono un nuovo sistema multilaterale. I toni strategici hanno causato una cauta risposta degli Stati Uniti, riconoscendo in

Karabakh, Iran e Siria: i punti caldi del Vicino Oriente secondo A. Dugin

04/04/2012 Day.Az Opinioni & Commenti 0 commentI
Karabakh, Iran e Siria: i punti caldi del Vicino Oriente secondo A. Dugin Riportiamo di seguito la traduzione dell’intervista realizzata da “Day.Az” lo scorso 29 marzo al professore Aleksandr Dugin, geopolitologo molto noto in Russia.   “Day.Az”: Recentemente il Gruppo di Minsk dell’OSCE ha festeggiato il 20° anniversario della sua missione d’intermediazione. Come valuta l’attività del Gruppo di Minsk nel passato? Aleksandr Dugin: Mi sembra che in passato non ci siano state grandi occasioni diplomatiche, tali da cambiare la situazione che si è sviluppata nell’ambito della questione per

La Russia e il mondo che cambia

31/03/2012 Vladimir Putin Eurasia 0 commentI
La Russia e il mondo che cambia Dopo Russia, questione nazionale e Unione Eurasiatica e Vladimir Putin: “La forza come garanzia della sicurezza nazionale russa”, presentiamo ai lettori un altro articolo pre-elettorale di Vladimir Putin, sempre rigorosamente tradotto dall’originale in lingua russa: Россия и меняющийся мир, pubblicato il 27 febbraio 2012 su “Moskovskie Novosti”, sulla “Rossijskaja Gazeta” – Settimana n° 5718 (45) e disponibile anche sul sito personale del Presidente. Si tratta dell’ultimo intervento pubblicato prima delle elezioni del 4 marzo, interamente