La situazione in Venezuela: il convegno del 4 febbraio

18/02/2015 Redazione Americhe 0 commentI
La situazione in Venezuela: il convegno del 4 febbraio Il giorno 4 febbraio u.s., in occasione del 23esimo anniversario della ribellione civico-militare contro il governo di Carlos Andrés Pérez, presso la sede di ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali) a Roma si è svolto il convegno La situazione attuale in Venezuela: “potere popolare in azione”, organizzato dall’Ambasciata della Repubblica Bolivariana del Venezuela presso la Repubblica Italiana in collaborazione con l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG). Presenti numerose autorità, tra

L’intesa economico-strategica tra Cina e Iran nell’ottica di un ribilanciamento diplomatico e geopolitico in Medio Oriente

03/02/2015 Priscilla Inzerilli Estremo Oriente 0 commentI
L’intesa economico-strategica tra Cina e Iran nell’ottica di un ribilanciamento diplomatico e geopolitico in Medio Oriente Il “perno” cinese in Medio Oriente L’interesse cinese nei confronti del Medio Oriente ha origini relativamente recenti, se paragonate allo storico coinvolgimento degli USA nei confronti del mondo arabo e delle relative problematiche geopolitiche ad esso connesse. La Cina, ormai confermatasi potenza globale con la sua irresistibile ascesa economica e la sua crescente assertività militare, ha fatto sì che Washington iniziasse a volgere la sua attenzione a Est, individuando nel Dragone non solo il principale

I rapporti energetici tra Italia e Algeria. Un’analisi geopolitica

17/10/2014 Roberto Saverio Caponera Vicino & Medio Oriente Un commento
I rapporti energetici tra Italia e Algeria. Un’analisi geopolitica I rapporti tra l’Italia e l’Algeria sono oggigiorno considerati dagli stessi rispettivi servizi diplomatici come “ottimi”. L’Italia rappresenta il secondo importatore di beni algerini (quasi esclusivamente gas naturale e petrolio), e il terzo fornitore di beni e servizi, con volumi di esportazione che si aggirano intorno al valore di 3800 miliardi di euro. Le imprese italiane di vari settori – tra cui settori chiave quali le costruzioni, la sicurezza e l’energia – sono stimate e

«ZES, logistica ed energia, fattori di sviluppo per il porto di Gioia Tauro»: il resoconto del convegno

15/10/2014 Linda Lupardini Europa Un commento
«ZES, logistica ed energia, fattori di sviluppo per il porto di Gioia Tauro»: il resoconto del convegno Mercoledì 8 ottobre, presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini, della Camera dei Deputati, si è tenuto il convegno ZES, Logistica ed Energia: fattori di sviluppo per il porto di Gioia Tauro. L’iniziativa è stata promossa da IsAG (Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie) e Ce.F.R.I.S. (Centro per la Formazione, la Ricerca, l’Innovazione tecnologica e lo Sviluppo) e ha permesso di approfondire la questione del possibile sviluppo per il porto di

ZES, logistica ed energia a Gioia Tauro: conferenza alla Camera l’8 ottobre

08/09/2014 Redazione Europa 2 commenti
ZES, logistica ed energia a Gioia Tauro: conferenza alla Camera l’8 ottobre L’8 ottobre 2014, dalle ore 14.15 alle ore 18.15, si terrà il convegno ZES, Logistica ed Energia: fattori di sviluppo per il porto di Gioia Tauro presso la Sala delle Colonne di Palazzo Marini, Camera dei Deputati, in Via Poli 19 a Roma. Iniziativa di IsAG e CeFRIS col patrocinio del Comune di Gioia Tauro, di ISFORT e del Ministero degli Esteri, vedrà la partecipazione – tra gli altri – del Ministro delle Infrastrutture e

La riforma energetica messicana

03/09/2014 Filippo Romeo Americhe Un commento
La riforma energetica messicana Il nuovo corso di politica energetica messicana inaugurato lo scorso agosto con una riforma costituzionale fortemente voluta dall’attuale Presidente Enrique Peña Nieto rappresenta senz’altro un cambio epocale nella politica energetica del Paese. Con la riforma, infatti, si è consentito l’ingresso nel mercato messicano di nuovi operatori, sia locali che stranieri, sancendo, così, la fine del monopolio detenuto sin dal 1938 dalla compagnia petrolifera di Stato Pemex. Tale scelta è stata determinata dal fatto che la

Il progetto Biovea e lo sfruttamento delle biomasse in Costa d’Avorio

02/09/2014 Maria Pia Ester Cristaldi Africa Un commento
Il progetto Biovea e lo sfruttamento delle biomasse in Costa d’Avorio Biovea, il progetto per la costruzione della più grande centrale africana per l’energia elettrica, diventerà presto realtà ad Aboisso, città della Costa d’Avorio sita a un centinaio di chilometri ad est dalla capitale Abidjan. Il 28 Giugno, una delegazione della società responsabile per la costruzione della centrale, Biokala, ha presentato il progetto al Ministro ivoriano per il petrolio e l’energia, Adama Toungara. La posta in gioco è molto alta, dal momento che Biovea rappresenterà la

La crisi ucraina: ritorno a Jalta?

10/06/2014 Maria Monesi Europa Un commento
La crisi ucraina: ritorno a Jalta? L’Europa Orientale rappresenta oggi uno dei punti nevralgici sui quali è incentrata l’attenzione globale: da quella degli studiosi ed esperti di geopolitica, che si concentra sull’analisi del mutamento dello scenario internazionale e sull’apertura di nuove prospettive e giochi di potere, a quella degli spettatori comuni toccati empaticamente dal carattere umanitario delle vicende di cui sono vittime un paese e un popolo che purtroppo si trovano a dover affrontare un pesante conflitto. Nello specifico, il paese

Geopolitica della nuova rotta energetica della Cina

31/07/2013 K. Yhome Estremo Oriente Un commento
Geopolitica della nuova rotta energetica della Cina La China National Petroleum Corporation (CNPC), compagnia statale cinese, il 28 maggio 2013 ha completato la costruzione di un gasdotto dalla Birmania alla Cina ed ha quasi terminato un oleodotto. Il gasdotto inizierà a consegnare gas il primo luglio dalla costa ovest della Birmania nel Golfo del Bengala fino a Kunming (la capitale della provincia dello Yunnan cinese), mentre l’oleodotto trasporterà il petrolio greggio per la Cina dal Golfo Persico e dall’Africa, quando sarà completato

Il prossimo futuro è ancora nei combustibili fossili: shale gas e risorse non convenzionali

29/07/2013 Francesco Bellomia Geoeconomia Un commento
Il prossimo futuro è ancora nei combustibili fossili: shale gas e risorse non convenzionali Tecniche di estrazione, riserve, rischi ambientali Negli ultimi anni si è assistito all’irruzione nello scenario energetico internazionale, delle questioni legate allo sfruttamento dello shale gas. Quella che da più parti viene considerata come una rivoluzione energetica, è legata soprattutto ai progressi tecnologici compiuti nell’ultimo decennio negli Stati Uniti. Se nel 2000 lo shale gas rappresentava meno del 2% del totale della produzione nazionale statunitense di gas naturale, nel 2011 la quota è balzata già al