<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27169/multi-e-bilateralismo-le-opzioni-della-politica-estera-italiana-convegno-alla-camera-il-12-dicembre/"><b>Multi- e bilateralismo: le opzioni della politica estera italiana. Convegno alla Camera il 12 dicembre</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27163/dalla-storia-alloggi-perche-allitalia-serve-una-russia-amica/"><b>Dalla storia all’oggi, perché all’Italia serve una Russia amica</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27067/puo-lintroduzione-di-una-moneta-complementare-essere-una-alternativa-alluscita-dalleuro/"><b>Può l’introduzione di una moneta complementare essere una alternativa all’uscita dall’euro?</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27106/1965-2015-cinquantanni-di-quebec-in-italia-l11-dicembre-alla-camera-dei-deputati/"><b>1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia. L’11 dicembre alla Camera dei Deputati</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26706/il-perno-geografico-della-storia-110-anni-dopo-il-5-novembre-in-sapienza-convegno-su-mackinder-la-geopolitica-e-i-rapporti-anglo-russi/"><b>Il perno geografico della storia 110 anni dopo: il 5 novembre in Sapienza convegno su Mackinder, la geopolitica e i rapporti anglo-russi</b></a>
 

L’importanza dell’accordo di libero scambio tra l’India e l’Unione Eurasiatica

18/04/2013 M.K. Bhadrakumar Asia Meridionale Un commento
L’importanza dell’accordo di libero scambio tra l’India e l’Unione Eurasiatica Un accordo di libero scambio con l’Unione Doganale di Russia, Kazakistan e Bielorussia significherà un accesso preferenziale per le esportazioni indiane e potrebbe favorire in maniera estremamente positiva il commercio con la Russia. I colloqui dovrebbero essere avviati a Nuova Delhi questa settimana [la prima di aprile, ndr] per negoziare un “accordo di libero scambio” (Free Trade Agreement – FTA) tra l’India e l’Unione Doganale composta da Russia, Kazakhstan e Bielorussia. Il presidente del consiglio

“Il Kazakistan si apre al mondo”: Tiberio Graziani alla TV satellitare “Khabar”

04/01/2013 Redazione Eurasia 0 commentI
“Il Kazakistan si apre al mondo”: Tiberio Graziani alla TV satellitare “Khabar” Tiberio Graziani, presidente dell’IsAG e direttore di Geopolitica, è stato intervistato dal canale televisivo kazako Khabar a proposito della Strategia 2050, recentemente annunciata dal presidente del paese centrasiatico Nursultan Nazarbaev, e alla cui analisi l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) ha dedicato di recente uno dei suoi Report. Khabar è il primo canale TV satellitare del Kazakistan, con trasmissioni in russo, kazako e inglese che raggiungono 93 paesi in tutto il

Che cos’è la geopolitica?

19/11/2012 Redazione Numeri pubblicati 6 commenti
Che cos’è la geopolitica? “Geopolitica” è oggi un termine molto in voga, usato e persino abusato. Infatti, lo si ritrova spesso utilizzato come sinonimo di “politica internazionale”, affrontata non di rado con un approccio giornalistico. In realtà, la Geopolitica vera e propria è qualcosa di diverso. Si tratta d’una disciplina accademica che si sta affermando in molti paesi, d’un approccio interpretativo e analitico le cui origini affondano a oltre un secolo fa. Ma se gli equivoci prosperano, è anche

L’Unione Eurasiatica come partner e ponte per l’Europa. Intervento dell’Ambasciatore Yelemessov

08/10/2012 Andrian K. Yelemessov Eurasia 7 commenti
L’Unione Eurasiatica come partner e ponte per l’Europa. Intervento dell’Ambasciatore Yelemessov Presentiamo di seguito il testo dell’intervento pronunciato dall’Ambasciatore della Repubblica di Kazakistan, S.E. Andrian K. Yelemessov, in occasione della conferenza “L’Unione Eurasiatica: sfida od opportunità per l’Europa?” tenutasi a Roma il 19 settembre scorso, presso la Camera dei Deputati, su iniziativa dell’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG).   Buongiorno gentili Signore e Signori. Prima di tutto, permettetemi di esprimere la mia gratitudine agli organizzatori dell’evento, l’istituto IsAG, per l’interesse dimostrato e

Geopolitica e futuro: Tiberio Graziani intervistato da “IMQ Magazine”

25/08/2012 Redazione Geopolitica & Teoria 0 commentI
Geopolitica e futuro: Tiberio Graziani intervistato da “IMQ Magazine” Tiberio Graziani, presidente dell’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) e direttore di “Geopolitica”, è stato intervistato da “IMQ Magazine”, il semestrale del più importante ente di certificazione italiano, leader in Europa nell’attività di valutazione nei settori elettrico, elettronico e gas. “IMQ Magazine” è pubblicato ormai da trent’anni ed è distribuito a 30.000 destinatari tra consumatori, aziende e giornalisti. Il numero 96 della rivista, incentrato sul tema del futuro, si apre con

La “Primavera Araba” un anno dopo

14/08/2012 Redazione Numeri pubblicati 11 commenti
La “Primavera Araba” un anno dopo A distanza d’oltre un anno dall’inizio della cosiddetta “Primavera Araba”, è possibile trarne un primo bilancio. Si è trattata d’una rivolta popolare o di congiure di palazzo? È stata un fenomeno genuino e spontaneo, oppure eterodiretto anche dall’esterno? Sta portando all’affermarsi del liberalismo o a un risveglio islamico nel mondo arabo? Quali potenze stanno avvantaggiandosi e quali perdendo posizioni a causa degli eventi? A questi e altri interrogativi cerca di rispondere il numero 2 del

L’Asia centrale nel nuovo millennio: un banco di prova per la politica estera europea?

02/07/2012 Stefano Salustri Eurasia Un commento
L’Asia centrale nel nuovo millennio: un banco di prova per la politica estera europea? L’inasprirsi delle condizioni di sicurezza internazionale nel corso dell’ultimo decennio e il crescente consumo mondiale di carburanti fossili hanno proiettato l’Asia centrale al centro degli equilibri geopolitici mondiali. L’Unione europea ha recentemente avviato delle politiche strutturate verso i paesi centroasiatici, volte a perseguire i propri crescenti interessi energetici e geopolitici. Ciononostante, la massiccia presenza di Russia e Cina, unita alla scarsa capacità dell’UE a delineare una politica estera unitaria, hanno messo in discussione le sue

Una visione per il futuro dal Kazakistan: sistema monetario eurasiatico e strategie per lo sviluppo

26/06/2012 Come Carpentier de Gourdon Eurasia, Geoeconomia 0 commentI
Una visione per il futuro dal Kazakistan: sistema monetario eurasiatico e strategie per lo sviluppo Il contesto storico Prima di divenire Presidente del Kazakhstan indipendente, Nursultan Nazarbaev era a capo del Soviet Supremo kazako durante gli ultimi giorni dell’URSS. Michail Gorbačëv era in procinto di nominarlo Primo Ministro della Federazione riformata che stava cercando di creare, quando ebbe luogo il colpo di Stato del 1991 che portò Boris El’cin al potere. Quest’ultimo, con la benedizione dell’Occidente, procedette nello sciogliere tempestivamente l’Unione Sovietica, dando vita in un sol colpo a quindici

In crescita il numero di partner della OCS

18/06/2012 Natalija Kovalenko Geopolitica & Teoria Un commento
In crescita il numero di partner della OCS L’Organizzazione per la Cooperazione di Shangai (OCS) sostiene la pace duratura nel tempo e la prosperità nella regione. Una dichiarazione su questo punto è stata firmata dai dirigenti di Russia, Cina, Kazakistan, Tajikistan, Uzbekistan a Kyrgyzstan al convegno OCS che si è tenuto la settimana scorsa a Pechino. I membri dell’organizzazione hanno adottato un pacchetto di documenti che determinano la strategia di sviluppo della OCS e il suo orientamento in merito all’espansione della partnership. Uno

Dall’Unione Russia-Bielorussia all’Unione Eurasiatica

19/04/2012 Andrej Geraščenko Eurasia Un commento
Dall’Unione Russia-Bielorussia all’Unione Eurasiatica Il 2 aprile si celebra in Bielorussia il Giorno dell’Unità dei Popoli della Bielorussia e della Russia; la sua peculiarità è che il grado di solennità delle celebrazioni dipende dalla situazione contingente delle relazioni bielorusso-russe. Così la giornata si celebra sempre in modi diversi, passando da volte in cui viene quasi totalmente ignorata, ad altre in cui praticamente tutto il paese vi partecipa esultante. Così, mentre il 2 aprile 2010 si sono a malapena ricordati