Della crisi russo-ucraina, della corrente russofobia e di un recensore «di parte»

27/07/2015 Eugenio Di Rienzo Opinioni & Commenti 0 commentI
Della crisi russo-ucraina, della corrente russofobia e di un recensore «di parte» La recensione di Alessandro Vitale al mio volume, “Il conflitto russo-ucraino. Geopolitica del nuovo dis(ordine) mondiale” (Rubbettino Editore), ora comparsa sul sito della meritoria Associazione italiana Studi di Storia dell’Europa Orientale, era già stata pubblicata sul periodico on line «Storia in Network». In quella sede il resoconto di Vitale era stato intitolato, Il revanscismo russo tra crisi ucraina e pamphlet di parte. Titolo molto azzeccato per un contributo che sostanzialmente sostiene: 1. che da più

La spesa militare nel mondo: cresce in Africa e Asia, cala in Americhe ed Europa

24/07/2015 Massimo Coltrinari Strategie 0 commentI
La spesa militare nel mondo: cresce in Africa e Asia, cala in Americhe ed Europa L’Istituto sulla Pace ed il Disarmo (SIPRI),che ha sede a Stoccolma, ha comunicato in un rapporto reso noto in questi giorni i dati sulla spesa militare nel mondo. Il totale della spesa militare nel mondo è pari, per il 2014, a 1800 miliardi di dollari, lo 0,4% in meno rispetto al 2013. In generale la spesa è diminuita nelle Americhe e in Europa Occidentale, mentre è aumentata in Asia, Medio Oriente, Africa, Oceania ed Europa

Perché l’Ucraina non è minacciata da un’invasione russa

11/07/2015 Massimo Coltrinari Strategie 0 commentI
Perché l’Ucraina non è minacciata da un’invasione russa Nella primavera del 2014, quando la Russia ebbe la sensazione che l’Ucraina stesse per passare all’Occidente, arrivando ad ipotizzare una sua entrata nella NATO, una delle opzioni strategiche sul tavolo dei decisori del Cremlino era quella di procedere ad una soluzione “manu militari”, attuare una vera e propria invasione. I piani furono presto predisposti, e li vedremo a breve, ma le risultanze furono non piacevoli. Ben presto, ci si accorse che la Russia, in quanto

L’ampliamento del Canale di Panamà, la costruzione del Canale di Nicaragua e l’adeguamento del Porto di Mariel a Cuba: le sfide infrastrutturali del XXI secolo

08/07/2015 Simona Bottoni Americhe 0 commentI
L’ampliamento del Canale di Panamà, la costruzione del Canale di Nicaragua e l’adeguamento del Porto di Mariel a Cuba: le sfide infrastrutturali del XXI secolo Con l’ampliamento del Canale di Panama, la costruzione di quello di Nicaragua e l’adeguamento del Porto di Mariel l’area dell’America Centrale e dei Caraibi si proporrà al mondo come uno snodo strategico per il traffico commerciale, soprattutto in funzione di un maggiore sviluppo dei flussi di scambio tra i Paesi Asiatici – Cina in primis – e l’America Latina. Lo sfruttamento ed il controllo di queste infrastrutture è diventato, quindi, sempre più appetibile. Facciamo un

«Risultati e prospettive del Congresso dei Leader delle Religioni Mondiali e Tradizionali». La conferenza dell’IsAG alla Camera

29/06/2015 Redazione Eurasia 0 commentI
«Risultati e prospettive del Congresso dei Leader delle Religioni Mondiali e Tradizionali». La conferenza dell’IsAG alla Camera Martedì 16 giugno, nella Sala del Refettorio del Palazzo di San Macuto – Camera dei Deputati, ha avuto luogo la conferenza organizzata dall’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica del Kazakhstan in Italia dal titolo «Contro terrorismo ed estremismo. Risultati e prospettive del Congresso dei Leader delle Religioni Mondiali e Tradizionali in Kazakhstan». I lavori sono stati aperti dai saluti dell’On. Paolo Grimoldi che ha ringraziato

L’Islam, l’Isis e i segni dei tempi. \”Il feroce saracino” di Pietrangelo Buttafuoco

29/05/2015 Giacomo Guarini Opinioni & Commenti 0 commentI
L’Islam, l’Isis e i segni dei tempi. \”Il feroce saracino” di Pietrangelo Buttafuoco Nell’ultima pubblicazione a firma Pietrangelo Buttafuoco (“Il feroce saracino”, Bompiani, 2015) si parla di Islam, e se ne parla con lo stile e le suggestioni così peculiari dell’autore. Si parla di quell’Islam che ha impresso segni indelebili nella cultura europea (con i viaggi ultraterreni che Dante ha potuto compiere anche grazie a Ibn Arabi) e che ha lasciato tracce vive nella stessa terra natìa di Buttafuoco, quella Sicilia “sfacciatamente islamica” ove tutto o quasi, dalla

«Il conflitto russo-ucraino». Intervista a Eugenio Di Rienzo

08/05/2015 Redazione Eurasia 0 commentI
«Il conflitto russo-ucraino». Intervista a Eugenio Di Rienzo Presentiamo di seguito quanto dichiarato dal Prof. Eugenio Di Rienzo, Università Sapienza, autore de \”Il conflitto russo-ucraino\”, in esclusiva a \”IsAG Tv\”.   Stiamo attraversando una delle crisi più pericolose dal dopoguerra: c’è il rischio di un conflitto che un domani potrebbe infiammare tutta l’Europa, dato anche l’atteggiamento minaccioso di una parte della NATO nei confronti della Russia. Questo è il primo motivo di emergenza che mi ha spinto a scrivere il libro. L’altro motivo

«Il conflitto russo-ucraino»: presentato in Sapienza il nuovo libro di Eugenio Di Rienzo

04/05/2015 Redazione Eurasia 0 commentI
«Il conflitto russo-ucraino»: presentato in Sapienza il nuovo libro di Eugenio Di Rienzo Venerdì 17 aprile, presso la Sala delle Lauree della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell’Università Sapienza di Roma, è stato presentato il nuovo libro, edito da Rubettino, dello storico Eugenio Di Rienzo dal titolo Il conflitto russo-ucraino: geopolitica del nuovo (dis)ordine mondiale. L’evento, che ha riscosso un notevole successo di pubblico, è stato organizzato congiuntamente dall’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) e dal Master in Geopolitica e Sicurezza Globale

Il conflitto russo-ucraino: il 17 aprile in Sapienza presentazione del libro di Eugenio Di Rienzo

04/04/2015 Redazione Eurasia 0 commentI
Il conflitto russo-ucraino: il 17 aprile in Sapienza presentazione del libro di Eugenio Di Rienzo Descrizione Presentazione del libro di Eugenio Di Rienzo Il conflitto russo-ucraino. Geopolitica del nuovo dis(ordine) mondiale (Rubbettino, 2015). Data e luogo Venerdì 17 aprile 2015, ore 10-13. Sala delle Lauree della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione, Università Sapienza, P.le Aldo Moro 5, Roma. Sinossi Recentemente edito da Rubettino, Il conflitto russo-ucraino: Geopolitica del nuovo dis(ordine) mondiale è il nuovo libro dello storico Eugenio Di Rienzo. Secondo la tesi ivi sostenuta, il colpo di

Eastern Europe – The World’s Last Underachiever

03/04/2015 English 0 commentI
25 years ago, the Russian historical empire melted down. Although often underreported, this also marked the end of alternative society in Europe. Collapse of the II world, made the 3rd way (of Yugoslavia and further, beyond Europe – globally, of the Nonaligned Movement) obsolete. That 9/11 was a moment when the end of history rested upon all of us, the day when the world became flat. The EU entered East, but only as a ‘stalking