<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27000/repubblica-centrafricana-peculiarita-cause-e-prospettive-di-una-crisi/"><b>Repubblica Centrafricana: peculiarità, cause e prospettive di una crisi</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27112/russia-e-italia-nella-prima-guerra-mondiale-dalla-storia-alla-geopolitica-il-convegno-al-centro-russo-di-scienza-e-cultura/"><b>Russia e Italia nella Prima Guerra Mondiale: dalla storia alla geopolitica. Il convegno al Centro Russo di Scienza e Cultura</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27106/1965-2015-cinquantanni-di-quebec-in-italia-l11-dicembre-alla-camera-dei-deputati/"><b>1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia. L’11 dicembre alla Camera dei Deputati</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27076/le-grandi-infrastrutture-eurasiatiche-il-27-novembre-forum-euro-russo-alla-camera/"><b>Le grandi infrastrutture eurasiatiche: il 27 novembre Forum Euro-Russo alla Camera</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/27030/1965-2015-cinquantanni-di-quebec-in-italia/"><b>1965-2015: Cinquant’anni di Québec in Italia</b></a>
 

Terrorismo islamista: la confusione statunitense e la lungimiranza di Mosca

12/09/2014 Dario Citati Opinioni & Commenti 0 commentI
Terrorismo islamista: la confusione statunitense e la lungimiranza di Mosca In un articolo apparso di recente sul Washington Post, il giornalista statunitense Ishaan Tharoor ha sollevato un problema importante, già dichiarato nel titolo: Sulla Siria aveva ragione Putin? (Was Putin right about Syria)? La risposta è decisamente affermativa: pur criticando la politica estera del Cremlino per altri motivi (ad esempio, nella gestione della crisi ucraina), l’analista nordamericano riconosce che l’evoluzione degli eventi nel quadrante vicino-orientale ha dimostrato la giustezza della posizione russa nei confronti della

La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan

21/08/2014 Diego Del Priore Vicino & Medio Oriente 0 commentI
La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan Il 10 agosto il popolo turco si è recato alle urne per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Come nelle previsioni della vigilia, seppur con un margine più ridotto rispetto ai sondaggi, l’attuale primo ministro Recep Tayyp Erdogan si è imposto al primo turno con il 51,7%. Una vittoria che rappresenta una conferma per il governo dopo l’affermazione conseguita nelle ultime elezioni comunali dello scorso 30 marzo e che soprattutto sembra certificare la sostanziale inossidabilità

“Dove va il mondo?” 2a edizione – Resoconto della conferenza

20/08/2014 Redazione Geopolitica & Teoria 2 commenti
“Dove va il mondo?” 2a edizione – Resoconto della conferenza Il 2 Agosto scorso si è svolta presso Ville di Fano, Montereale (AQ), la seconda edizione dell’iniziativa “Dove va il mondo?”, conferenza dedicata all’analisi degli attuali fenomeni di maggiore rilevanza geopolitica. L’iniziativa è stata realizzata dall’Associazione delle Colline in collaborazione con Identità Europea e con l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG). Anche questa edizione ha visto la partecipazione di relatori dell’IsAG: Giacomo Guarini, Direttore del programma di ricerca “Dialogo di Civiltà”

Il voto siriano tra le macerie e l’instabilità regionale

10/07/2014 Diego Del Priore Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Il voto siriano tra le macerie e l’instabilità regionale Sono passati poco più di tre anni dall’inizio dei combattimenti in Siria. Da quella che nel marzo 2011 era ricompresa nella categoria delle “primavere” che stavano investendo con differenti  declinazioni la regione, l’insurrezione siriana si è progressivamente trasformata in una guerra che ha accolto elementi differenti e variegati tra le fazioni sul terreno, e che in un crescente bagno di sangue sta avendo delle ripercussioni che travalicano i confini del Paese. In tale contesto, e

La crisi ucraina come specchio della crisi dell’Europa

23/05/2014 John Laughland Opinioni & Commenti 0 commentI
La crisi ucraina come specchio della crisi dell’Europa Pubblichiamo l’intervento del filosofo e saggista britannico John Laughland, Direttore di Studi dell’Institut de la Démocratie et de la Coopération di Parigi, pronunciato presso la Sala Gialla di Palazzo dei Normanni in occasione del primo seminario del Colloquium italo-russo dell’IsAG 2014, La Russia e il Mediterraneo: storia, cultura geopolitica, tenutosi a Palermo il 28 aprile 2014. Gentili Signore e Signori, stimati colleghi e amici, nel corso del mio intervento desidero avanzare alcune riflessioni relative alla

Perché in Siria ci vuole cautela

26/08/2013 Daniele Scalea Opinioni & Commenti 5 commenti
Perché in Siria ci vuole cautela I venti di guerra addensano nubi cariche di tempesta sulla Siria: secondo la stampa, un attacco militare contro Damasco da parte di USA, Gran Bretagna e Francia potrebbe essere imminente. La crisi siriana si trascina ormai da due anni e mezzo, nel corso dei quali le capitali occidentali non hanno mai nascosto la loro ostilità, di lunga data, al regime del Ba’th, ma non sono andate oltre a un sostegno logistico e “non ufficiale” ai

L’inganno delle armi chimiche in Siria

02/07/2013 Francisco J. Berenguer Hernández Vicino & Medio Oriente Un commento
L’inganno delle armi chimiche in Siria L’essere o non essere dell’intervento in Siria Non c’è dubbio che l’attuale e intenso dibattito sull’utilizzo di armi chimiche nella guerra civile siriana non è una questione secondaria. La loro qualificazione come armi di distruzione di massa e il loro carattere indiscriminato, oltre alla grande difficoltà di controllare il loro raggio d’azione e i loro effetti, fanno sì che queste armi abbiano, giustamente, una pessima reputazione che va oltre il loro potenziale reale, per entrare

Implicazioni geopolitiche del conflitto siriano

19/04/2013 Redazione Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Implicazioni geopolitiche del conflitto siriano È stato pubblicato nel sito dell’Istituto (vedi) un nuovo Report dell’IsAG, il numero 10, firmato da Alessia Chiriatti e intitolato “Syrian Awakening” between Revolution and Stalemate: Geopolitical Implications of the Conflict. Si tratta del saggio che Alessia Chiriatti, dottoranda di ricerca all’Università per Stranieri di Perugia, ha presentato alla prima conferenza NEPAS a Braga. In lingua inglese, il Report analizza la situazione odierna in Siria, con un focus teorico sulla democrazia e la resilienza autoritaria,

Le evoluzioni in Siria e la posizione dell’Iran

30/01/2013 Seyed Mohammad Ali Hosseini Vicino & Medio Oriente 0 commentI
Le evoluzioni in Siria e la posizione dell’Iran Riceviamo e pubblichiamo quest’articolo di S.E. Seyed Mohammad Ali Hosseini, Ambasciatore della Repubblica Islamica d’Iran, riguardo alla crisi siriana.   Sin dall’inizio delle attuali vicende siriane la R. I. dell’Iran, in qualità di membro attivo ed impegnato della comunità internazionale nonchè Paese amico della Siria, ha cercato di svolgere un ruolo costruttivo per trovare una soluzione alla crisi attraverso un atteggiamento dinamico nelle relazioni bilaterali e una stretta collaborazione con i protagonisti regionali e internazionali.

L’evoluzione della convivenza inter-confessionale nel Vicino Oriente: prospettive e risvolti geopolitici

25/01/2013 Giacomo Guarini Vicino & Medio Oriente 0 commentI
L’evoluzione della convivenza inter-confessionale nel Vicino Oriente: prospettive e risvolti geopolitici Lunedì 10 dicembre 2012 Giacomo Guarini, direttore del programma di ricerca “Dialogo di civiltà” dell’IsAG, è intervenuto al convegno Dopo le “Primavere arabe”: il nuovo quadro del Vicino Oriente, svoltosi presso la sede del CASD presso Palazzo Salviati, Roma. Proponiamo di seguito il testo della sua relazione.   Dovendo trattare della convivenza inter-confessionale nell’area, alla luce dei grandi cambiamenti avuti luogo a partire dalla fine del 2010, proverò a presentare un’agile e purtroppo incompleta panoramica