<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26424/convenzione-isag-cefris-e-presentazione-convegno-su-gioia-tauro-conferenza-stampa-il-6-settembre-a-reggio-calabria/"><b>Convenzione IsAG-CeFRIS e presentazione convegno su Gioia Tauro: conferenza stampa il 6 settembre a Reggio Calabria</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26318/la-nuova-turchia-del-presidente-erdogan/"><b>La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26368/il-volume-isag-sul-kazakhstan-presentato-alluniversita-europea-di-roma/"><b>Il volume IsAG sul Kazakhstan presentato all’Università Europea di Roma</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/24921/asia-pacifico-un-nuovo-pivot/"><b>Asia Pacifico: un nuovo pivot</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25936/insubordinazione-e-sviluppo-appunti-per-la-comprensione-del-successo-e-del-fallimento-delle-nazioni/"><b>Insubordinazione e sviluppo: appunti per la comprensione del successo e del fallimento delle nazioni</b></a>
 

La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan

21/08/2014 Diego Del Priore Vicino & Medio Oriente 0 commentI
La “nuova Turchia” del Presidente Erdogan Il 10 agosto il popolo turco si è recato alle urne per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Come nelle previsioni della vigilia, seppur con un margine più ridotto rispetto ai sondaggi, l’attuale primo ministro Recep Tayyp Erdogan si è imposto al primo turno con il 51,7%. Una vittoria che rappresenta una conferma per il governo dopo l’affermazione conseguita nelle ultime elezioni comunali dello scorso 30 marzo e che soprattutto sembra certificare la sostanziale inossidabilità

La Turchia e l’evoluzione di una protesta

07/08/2013 Diego Del Priore Vicino & Medio Oriente 0 commentI
La Turchia e l’evoluzione di una protesta Un sit-in di attivisti si è insediato il 27 maggio a Gezi Park, adiacente a piazza Taksim, ad Istanbul, per protestare contro la decisione del governo di dare il via ad un piano di “trasformazione urbana” che cancellerà dalla mappa della città quella macchia verde, per far posto ad un centro commerciale, una moschea ed antiche caserme ottomane restaurate. Tre giorni dopo la polizia ha fatto irruzione nel parco e, con idranti e lacrimogeni, lo

Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran?

15/06/2013 Vincenzo Maddaloni Vicino & Medio Oriente 8 commenti
Cosa lega Gezi Parkı, Goldman Sachs e le sanzioni all’Iran? Che Recep Tayyip Erdogan e il suo modello di Turchia fossero inclusi nell’elenco dei silurabili se n’era avuto sentore l’anno scorso, quando sul Middle East Quarterly apparve l’articolo di David Goldman. In esso si parlava di un imminente collasso del “miracolo economico” turco e lo si paragonava al crollo argentino del 2000 e a quello messicano del 1994, entrambi avvenuti dopo periodi di espansione economica. Goldman prevedeva che «la velocità e la magnitudo della battuta

Da Tahrir a Taksim: il carosello delle rivolte nella periferia mediterranea

10/06/2013 Daniele Scalea Opinioni & Commenti Un commento
Da Tahrir a Taksim: il carosello delle rivolte nella periferia mediterranea Il cerchio sembra essersi chiuso. I tumulti sono arrivati in Turchia: proprio in quella Turchia che era stata indicata come il modello d’islamismo – moderato, democratico e sunnita – per i nuovi regimi arabi post-rivoluzionari. Proprio in quella Turchia che a molti osservatori era apparsa come il principale precursore e nel contempo vincitore delle rivolte arabe. Gli eventi degli ultimi mesi rivelano come tutti i paesi e le forze autoctone coinvolte siano state in realtà

La Turchia e il dilemma curdo tra istanze democratiche e Realpolitik

14/03/2013 Fabiana Urbani Vicino & Medio Oriente Un commento
La Turchia e il dilemma curdo tra istanze democratiche e Realpolitik Dopo anni di repressione e lotta armata, il governo di Ankara e il PKK (Partîya Karkerén Kurdîstan, Partito dei Lavoratori Curdi) hanno riavviato i dialoghi di pace interrotti nel 2011. A riaccendere le speranze curde è la nuova congiuntura regionale: se da un lato la crisi siriana ha trascinato Damasco in una sanguinosa guerra civile, dall’altro ha rafforzato le fazioni della minoranza etnica, costringendo Erdoğan a rivedere la propria strategia verso i curdi per salvaguardare

Le linee d’influenza turca sulla penisola balcanica

16/02/2013 Ivelina Dimitrova Europa Un commento
Le linee d’influenza turca sulla penisola balcanica La nuova realtà geopolitica sulla scena mondiale Il primo decennio del ventunesimo secolo è stato il periodo più dinamico dalla fine della Seconda guerra mondiale fino ad oggi: sono accaduti molti cambiamenti a livello globale in un lasso di tempo relativamente breve. Non è esagerato ribadire che il nuovo secolo ed il nuovo millennio sono iniziati l’11 settembre del 2001, da quando il ruolo degli Stati Uniti negli affari mondiali ha subito gravi danni a

Turchia: nazione o impero

04/02/2013 Come Carpentier de Gourdon Europa 0 commentI
Turchia: nazione o impero La marcia verso occidente Due immagini incontrano l’occhio di qualsiasi osservatore informato sulla Turchia. La realtà contemporanea è quella di una nazione mediterranea che si estende fino al Caucaso, arrivando quasi a toccare l’Asia Centrale. La prospettiva storica rivela un vasto impero. Dei cinque principali creati dai popoli turcomanni negli ultimi mille anni in Asia Centrale (Kipcak), Transoxiana e Turkestan Orientale (Jaghatai-Timurid), Iran, India ed Anatolia, il regno ottomano è sopravvissuto quasi quanto il suo

Profondità strategica e Zero-Problemi nell’instabile labirinto mediorientale

10/01/2013 Giancarlo Casà Vicino & Medio Oriente 2 commenti
Profondità strategica e Zero-Problemi nell’instabile labirinto mediorientale La vittoria nel 2002 in Turchia del Partito Giustizia e Sviluppo (AKP) può essere considerato un evento politico di singolare importanza nel panorama del Medio Oriente. Infatti, per la prima volta nella storia di una Repubblica laica dalla forte tradizione nazionalista è salito al potere un partito islamico moderato e filo europeo. Sorto dalle ceneri del defunto partito islamico di Erbakan, messo al bando nel 1998 insieme a Recep Tayyp Erdogan, l’AKP è riuscito dal

La Turchia e la Primavera Araba: una analisi del soft power turco

07/01/2013 Antonio Cocco Vicino & Medio Oriente 0 commentI
La Turchia e la Primavera Araba: una analisi del soft power turco La diffusione dei movimenti di protesta contro i regimi autoritari del Nord Africa e del Vicino e Medio Oriente ha creato nuovi spazi per il dispiegarsi dell’influenza turca nella regione. I partiti politici saliti al potere dopo la cacciata dei tiranni hanno cercato una piena legittimazione internazionale annunciando come il loro modello sarebbe stata la Turchia, indicata come felice esempio di conservatorismo, capitalismo e partecipazione democratica. Ankara ha così guadagnato una forte presa sulle società

Oltre l’UE: bilateralismo e Mediterraneo nei rapporti italo-turchi, al IX Forum SAM-Unicredit

15/11/2012 Daniele Scalea Europa Un commento
Oltre l’UE: bilateralismo e Mediterraneo nei rapporti italo-turchi, al IX Forum SAM-Unicredit Il 12-13 novembre si è tenuto a Roma, presso il St. Regis Hotel, la nona edizione del Forum Italo-Turco. Quest’appuntamento annuale, che si tiene alternamente a Istanbul e Roma, è patrocinato da Unicredit e dal SAM, Centro di Ricerca Strategica del Ministero degli Affari Esteri turco, e vede tradizionalmente un incontro tra i due ministeri degli esteri. Anche quest’anno l’IsAG è stato invitato a prendere parte al Forum, con ben tre esponenti (il presidente Tiberio