<a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26256/dove-va-il-mondo-il-2-agosto-a-montereale/"><b>Dove va il mondo? Il 2 agosto a Montereale</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26236/istituito-il-tavolo-italia-america-latina-del-mae-lisag-presente-al-primo-incontro/"><b>Istituito il Tavolo Italia-America Latina del MAE: l’IsAG presente al primo incontro</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/26193/riciclaggio-a-hong-kong-lautonomia-passa-per-la-trasparenza/"><b>Riciclaggio a Hong Kong: l’autonomia passa per la trasparenza</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/24921/asia-pacifico-un-nuovo-pivot/"><b>Asia Pacifico: un nuovo pivot</b></a> <a href="http://www.geopolitica-rivista.org/25936/insubordinazione-e-sviluppo-appunti-per-la-comprensione-del-successo-e-del-fallimento-delle-nazioni/"><b>Insubordinazione e sviluppo: appunti per la comprensione del successo e del fallimento delle nazioni</b></a>
 

L’Argentina e lo scacchiere instabile mondiale

25/07/2014 Carlos Pereyra Mele Opinioni & Commenti Un commento
L’Argentina e lo scacchiere instabile mondiale Sono giorni importanti per la Repubblica Argentina a seguito della partecipazione di Cristina Fernandez di Kirchner al vertice dei paesi BRICS in Brasile e delle visite di Stato dei presidenti Vladimir Putin e Xi Xinping a Buenos Aires. Questi avvenimenti ci consentono di affermare come le scorse settimane siano state, per la politica estera argentina, forse le più importanti degli ultimi anni e ci permette parimenti di ribadire come il paese sudamericano abbia riacquistato importanza

Unione Europea vs Eurasia: l’UE sopravvivrà alle nuove tensioni tra Est e Ovest?

17/07/2014 Côme Carpentier de Gourdon Europa 0 commentI
Unione Europea vs Eurasia: l’UE sopravvivrà alle nuove tensioni tra Est e Ovest? A seguito delle recenti elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo, i cui risultati riflettono l’ondata di euroscetticismo che dilaga nel continente e rivelano le profonde divisioni tra i Paesi membri, è utile ricordare che l’attuale Unione Europea è un compromesso tra almeno tre molto differenti, e potenzialmente opposte, visioni ispirate a diverse tradizioni strategiche e storiche: – Quella del “Sacro Romano impero”, di cui Robert Schuman, uno dei padri fondatori dell’UE, era un esponente,

Italia, Serbia e UE: la conferenza a Montecitorio

06/06/2014 Redazione Europa 0 commentI
Italia, Serbia e UE: la conferenza a Montecitorio Mercoledì 21 maggio 2014, presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio a Roma, si è tenuto il convegno Perché è importante stare nell’Unione Europea? Italia e Serbia – passato, presente e futuro di un’amicizia. L’iniziativa, organizzata nella ricorrenza dei 135 anni dei rapporti diplomatici italo-serbi e alla vigilia del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, è stata anche occasione di promuovere il Quaderno Speciale dell’IsAG dedicato ai rapporti italo-serbi, pubblicato alcuni mesi fa. L’On.

L’Unione fa la forza? La conferenza alla Camera

18/04/2014 Redazione Europa Un commento
L’Unione fa la forza? La conferenza alla Camera L’Unione fa la forza? È questa la domanda che è stata oggetto di discussione venerdì 11 aprile nella Sala delle Colonne di Palazzo Marini, Camera dei Deputati. L’Unione fa la forza? L’Europa Mediterranea nell’UE è stato infatti il primo incontro del ciclo “Mare Nostrum”, lanciato da IsAG come piattaforma di dialogo mediterraneo. L’Onorevole Marta Grande, membro della Commissione Esteri, ha aperto i lavori della giornata, seguita dal dott. Tiberio Graziani, Presidente dell’IsAG, che ha inaugurato

La vittoria di Orbán in Ungheria: un monito per l’Europa post-moderna

16/04/2014 Dario Citati Opinioni & Commenti 0 commentI
La vittoria di Orbán in Ungheria: un monito per l’Europa post-moderna La competizione elettorale svoltasi in Ungheria il 6 aprile 2014 ha confermato la rielezione del premier uscente, il conservatore Viktor Orbán. Salvo improbabili smentite, risulta che le consultazioni si siano svolte in assoluta regolarità, sancendo con il suffragio democratico la vittoria del suo partito Fidesz, che a spoglio quasi ultimato ha conquistato il 46% dei voti. L’opposizione, riunita in una coalizione di socialisti, verdi e liberali, si è fermata intorno al 25%, mentre i consensi

L’Unione fa la forza? L’Europa Mediterranea nell’UE. L’11 aprile alla Camera

04/04/2014 Redazione Europa 0 commentI
L’Unione fa la forza? L’Europa Mediterranea nell’UE. L’11 aprile alla Camera L’attuale crisi economica e della finanza pubblica nell’Unione Europea ha colpito particolarmente i paesi dell’Europa Meridionale, che la stampa anglosassone ha dispregiativamente ribattezzato PIGS. Si tratta in particolare di Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Questi quattro paesi, vicini geograficamente e culturalmente, condividono ora le medesime sfide economiche. L’IsAG, nell’ambito del nuovo ciclo di eventi “Mare Nostrum: Piattaforma di dialogo mediterraneo”, organizza questa conferenza per valutare in quali modi i paesi euro-mediterranei possano opportunamente collaborare, dentro

L’importanza dello sviluppo eurasiatico per l’economia europea

18/03/2014 Spyridon St. Kogas Europa 0 commentI
L’importanza dello sviluppo eurasiatico per l’economia europea L’era delle economie transcontinentali Viviamo nell’era del mercato globalizzato; è un dato di fatto riconosciuto e percepito da economisti, analisti delle relazioni internazionali e direttori generali di tutto il mondo ogni istante della loro vita, delle loro attività, dei loro rapporti professionali. È apparentemente quello che sta accadendo all’economia globale. Tuttavia i problemi seri non sono legati all’evento in sé, al mito della globalizzazione, ma alle evoluzioni dinamiche, ai poteri economici invisibili che questa globalizzazione

La crisi del debito europea, vista dal Vietnam

11/02/2014 Nguyen Anh Tuan, Nguyen Linh Geoeconomia 0 commentI
La crisi del debito europea, vista dal Vietnam 1. La crisi del debito nell’UE a. Il debito pubblico e la crisi del debito pubblico Il debito pubblico è un concetto relativamente complesso che la maggior parte degli approcci attuali concorda nel riferire alla somma del debito il cui obbligo di ripagare ricade sul governo di un Paese1. Secondo l’approccio della Banca Mondiale (BM), il debito pubblico è inteso come le passività di quattro principali gruppi di istituzioni: (i) le passività del Governo centrale,

Perché l’Armenia preferisce l’Unione Eurasiatica all’Unione Europea

03/01/2014 Artem Chačaturjan Opinioni & Commenti 2 commenti
Perché l’Armenia preferisce l’Unione Eurasiatica all’Unione Europea In Armenia, la mancata firma dell’accordo con l’Unione Europea e la conseguente scelta di intavolare trattative per l’ingresso nell’Unione Eurasiatica ha suscitato un dibattito interno che divide fortemente l’opinione pubblica e gli specialisti di geopolitica e relazioni internazionali. Dopo aver pubblicato il commento dell’analista Stepan Grigoryan, molto polemico nei confronti dell’attuale dirigenza armena e della sua apertura verso l’Unione Eurasiatica, presentiamo ai lettori il parere di segno opposto di Artem Chačaturjan, direttore del portale analitico

Kiev, la nuova “Stalingrado” della Russia

30/12/2013 Eliseo Bertolasi Opinioni & Commenti 0 commentI
Kiev, la nuova “Stalingrado” della Russia Dal nostro corrispondente a Kiev Il 21 novembre 2013 Kiev ha sospeso la stesura dell’accordo di associazione UE-Ucraina. Tale è stata la decisione del Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina. Inoltre, sono state date istruzioni ai ministeri competenti per riprendere il dialogo con i Paesi membri dell’Unione Doganale1. Era impossibile non prevedere, come reazione a questo preciso atto politico, un’esplosione di protesta da parte, soprattutto, dei sostenitori dell’integrazione europea. Da quella data, manifestazioni di massa si susseguono